Crea sito
Home Notizie Mondo Notizie Italia Notizie Cina Asia foto Dice il saggio

Di me e di mia madre(che non c'è più)

 

Odori non ne sento più,

colori ne vedo pochi,

grigiastri paesaggi

sfocati dalla nebbia

del fumo di una sigaretta

corretta.

 

Sono stanco ...

non esiste sfogo alla mia ira

e la tengo quaggiù

nell'oblio nero dei miei polmoni

gettando neve sulla mia gola

per coprire le orme

dell'amaro della vita.

 

Fede ... no grazie.

Nella mia disperazione

c'è luce, quella di mia madre,

le sto vicino, accanto ... nella sua barca

cercando di remare con tutte le mie forze,

perché lei non può più;

la porto via da questo mare per cercare

l'oasi più su, a monte

dove nasce tutto ...

l'amore mio per la vita, sorrido di nuovo

per la ripresa dei miei sensi

e sacrificare la mia droga

rivivendo l'esistenza

nuovamente in maniera più pulita ...

 

Grazie a tutti quelli

che mi vogliono bene ...

... anche se non ci sono più .

 

di Gabriele Mallimaci

 

 

 

Condividi 

© Riproduzione anche parziale vietata

21 2 2010