Crea sito

fotografico stile css

Banco Fotografico & Asiaspirit.it

 


News

Bokator: risorge antica arte marziale cambogiana

 

arti marziali bokator

 San Kimsean (al centro) ed i suoi allievi. Foto courtesy: Cambogia Sin Chew Daily.

 

Bokator, antica forma di arte marziale cambogiana le cui origini risalgono al 9 secolo ha rischiato l'estinzione, prima di essere in extremis salvata e insegnata nuovamente. Grazie ad un istruttore francese, l'arte è approdata anche sul grande schermo ed ora sta vivendo un periodo di forte ritorno all'uso in tutta la Cambogia.

Secondo documenti storici l'arte del Bokator può essere rinvenuta fino all'epoca dell'Impero Khmer nel 9 secolo. L'arte del bokator inizialmente era usata dalle genti per combattere contro bestie selvagge e come autodifesa.

Lo stile che originariamente emula la lotta di un leone, con il passare del tempo si tramuta in una forma di arte marziale dando origine a molte leggende.

Da quello che si sa, antichi soldati Khmer dovevano imparare il bokator e libri di storia segnalano come l'esercito Khmer la utilizzasse per sconfiggere le truppe d'invasione Siamesi, il Siam o Thailandia nel corso del 16° secolo.

Tuttavia col passare del tempo il bokator perse importanza e via via dimenticato, tanto che molti cambogiani non ne conoscono nemmeno l'esistenza.

Il caso ha portato il noto artista francese Daniel Perrier in contatto con la disciplina. Daniel, 50 anni, è istruttore presso la Scuola di Belle Arti di Parigi.
Viaggiando in Cambogia nel 2008 per studi personali e arti cambogiane, durante una visita all' Orussey Market raccoglie un volantino con stampato un'immagine di una boxe da terra e ne suscita l'interesse.
Arrivato allo stadio vide un gruppo di giovani praticare seriamente questa boxe. Le loro mosse erano veramente uniche e diverse da altri stili di boxe conosciuti, convincendolo a volere realizzare un video su questo stile.

bokator martial art

Antica Khmer boxe in azione. Foto courtesy: Cambogia Sin Chew Daily

 

Con la collaborazione di altri bokator e dell'istruttore San Kimsean, Perrier completa il suo documentario ( Une Historie du Breve Boxkator) permettendo alle persone di tutto il mondo di conoscere le origini e gli sviluppi di questa antica arte marziale.
Con il 60 %  del ricavato dalla vendita del documentario DVD si migliorerà il campo di allenamento e delle sue strutture. Il desiderio più grande resta quello che il bokator possa diffondersi oltre i confini della Cambogia.
Attualmente oltre la scuola bokator ci sono altri 22 centri di formazione in tutta Cambogia. Purtroppo non sono in grado di gestire finanziamenti e rischiano la chiusura.

 

 

This documentary about bokator premiered at the French Cultural Centre on April 8. (Translated by ALEX YUEN/Cambodia Sin Chew Daily)
MySinchew

 

 

Condividi