Crea sito
home notizie mondo notizie Italia notizie Cina asia foto dice il saggio  
banner giada

Cambogia - Polizia di Sihanoukville contro noleggio motociclette a turisti stranieri

 

Si rinnova il tentativo della polizia cambogiana di vietare l'affitto di moto a Sihanoukville, contro un divieto perennemente ignorato dai proprietari affittuari locali che cercano di fare qualche soldo in più con i turisti stranieri , mentre i tassisti locali sperano per nuove assunzioni .

Le autorità di polizia di Sihanoukville hanno recentemente ricordato ai negozi di motociclette che è in vigore il divieto di noleggio di biciclette e moto/motorini per i turisti stranieri, annunciato ed in vigore dal 2005 e da allora praticamente ignorato da tutti .

Il capo della polizia locale riferisce che quest'anno dopo tentativi di dissuasione inascoltati sono state requisiti già più di 100 motociclette. Una volta rieducati i proprietari dei negozi di noleggio esse vengono restituite .

Spiega: "Abbiamo fatto questo perché siamo preoccupati per la sicurezza dei turisti".

"Sono (i turisti) appena arrivati in visita al paese e non sanno dove sia sicuro viaggiare".

"Anche se straniere, le persone che hanno vissuto per lungo tempo a Phnom Penh possono affittare o acquistare motociclette, perché conoscono le leggi cambogiane del traffico"

"Alcuni stranieri guidano moto da Phnom Penh fino a Sihanoukville: se essi hanno una patente di guida cambogiana questo è permesso, se invece non la possiedono il veicolo viene sequestrato e si chiede al proprietario di venire a ritirarlo".

Secondo un negoziante di veicoli il divieto, tutt'ora in vigore, non viene mai rispettato a causa della corruzione degli agenti di polizia della Cambogia .

"Quando la polizia ci avverte diamo 10 o 20 $  e così possiamo continuare". Questa pratica avviene circa 2 volte l'anno.

Dall'altra parte della barricata i tassisti: uno di loro spiega : "è difficile fare affari quando i turisti girano da soli, perché l'affitto di veicoli è più conveniente che chiamare noi ".

Articolo: Phnom Penh Post

12 Agosto 2008