Crea sito
 

 

Condanna a morte per induzione alla prostituzione

 

Cina, Guiyang - Una coppia di cinesi (super ricercati dalle autorità ) sono stati condannati a morte nel sud-ovest del paese, provincia di Guizhou, per aver forzatamente indotto 23 ragazze, il più delle quali alunne di scuole elementari e medie, alla prostituzione.

Zhao Qingmei, ex insegnante della Xinfa primary School e suo marito Chi Yao, anch'esso in passato insegnante nella medesima scuola , sono stati giudicati colpevoli di induzione e sfruttamento della prostituzione di 22 ragazze, di cui 6 di età inferiore ai 14 anni. La scabrosa vicenda ha avuto luogo nel 2006 nella città di Liupanshui.

La donna ha ricevuto la sentenza di condanna a morte mentre il marito ha ottenuto il carcere a vita.

I coniugi sono stati arrestati nell'agosto di quest'anno a Panzhiuha, nel Sichuan, dopo che il ministero di pubblica sicurezza aveva emesso un mandato di cattura su tutto il territorio nazionale e offerto 100000 yuan di ricompensa a chi avesse fornito indizi utili all'arresto.

Non è ancora noto se vi sarà un ricorso della difesa contro la sentenza del giudice. Il caso è stato trattato venerdi 14 dicembre e per legge un ricorso contro una condanna alla pena di morte deve essere presentato entro 10 giorni.

18 dicembre 2007 - www.chinaview.cn

 

 

 

HomeNotizie MondoNotizie ItaliaNotizie CinaCina mapCina meteoCina fotoAsia fotoDice il saggio