Crea sito
 
Home Notizie Mondo Notizie Italia Notizie Cina Cina map Cina meteo Cina foto Asia foto Dice il saggio

Scandalo: Corte Malaysia autorizza cristiani usare la parola ALLAH

 

Il governo della Malesia farà appello contro la decisione della Corte Suprema della Malaysia che ha autorizzato il settimanale cattolico Herald Malaysia ad usare il termine sacro ALLAH.

I fedeli musulmani sono stati invitati a mantenere la calma, anche se viene sottolineato il fatto che la parola Allah è solo per i musulmani.

Padre Lawrence Andrew, direttore del settimanale cattolico ribadisce come non vi sia nessuna intenzione di proselitismo ma solo una garanzia del diritto di pensiero e di libertà religiosa sancita dalla costituzione.

Il 31 dicembre 2009, i giudici, dopo una lunga battaglia legale condotta da cattolici locali e sostenuta da AsiaNews hanno deciso che il termine sacro può essere utilizzato come un riferimento a dio anche dai non musulmani.

La notte del 3 gennaio 2010 il sito cattolico www.heraldmalaysia.com  è attaccato da hacker. Il direttore del giornale non commenta l'accaduto per non aumentare la tensione, dice, su una questione molto delicata.

Nell'editoriale del prossimo numero della rivista padre Andrew spiega che i fedeli cristiani utilizzavano la parola Allah già al tempo del sultanato di Malacca.
Il prete dice inoltre che in uno dei primi dizionari stampati in lingua malese, dizionario malese-latino del 1631 è contenuta la parola allah.

 

Egli ringrazia anche coloro che li hanno sostenuti in molte occasioni, attraverso preghiera e digiuno.

 

Herald Malaysia viene pubblicato in quattro lingue e ha una tiratura di circa 14mila copie settimanali.
La Malaysia è paese multiculturale, ha una popolazione di 23milioni di abitanti ed una significativa presenza di minoranze etniche, tra cui la cinese e l' indiana.
Il 60 % della popolazione è musulmana mentre i cristiani circa il 10 %.