Crea sito

banco fotografico banner Vietnam

Banco Fotografico & Asiaspirit.it

  

News Mondo    News Italia     News Cina     Cina map    Cina meteo     Asia foto     Dice il saggio     Home

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nelle alte foreste pluviali della Cambogia il fiume Mekong conserva specie animali e vegetali sconosciute

 

 

L'area analizzata è quella delle alte foreste pluviali, un habitat quasi - incontaminato formato da arcipelaghi di isole, vie navigabili, uno degli ultimi habitat di acqua dolce adatti per il delfino Irrawaddy, a rischio estinzione. La tartaruga gigante Cantor dal guscio morbido, che si pensava estinta dal 2003 viene ritrovata in una sezione del fiume Mekong.

Il risultato è il ritrovamento di specie nuove per la regione, 24 , oltre alla scoperta di un esemplare di pianta finora sconosciuta a cui è stato dato il soprannome di "pianta cadavere", per il forte odore che essa emette, simile a quello di carne in decomposizione.

Le indagini sono state condotte congiuntamente da WWF Cambogia, l' Amministrazione della pesca (FIA), e l'amministrazione Forestale (FA) del Ministero delle Politiche Agricole, Forestali e della Pesca (MAFF) nell'anno 2006/7.

L'esame di un tratto del fiume Mekong lungo 55 chilometri nel nord-est della Cambogia, denominato "sezione centrale", si è rivelato essere un santuario per molte specie di fauna a rischio, 36 delle quali sono elencate come minacciate di estinzione nella lista rossa dell' IUCN .

A differenza di molte altre sezione del fiume Mekong in Cambogia, Laos, Thailandia e Vietnam, questa particolare parte di fiume rimane tutt'oggi relativamente incontaminata, non raggiunta dall'attività umana. Questa regione è stata una delle ultime roccaforti dei Khmer rossi di Pol Pot, ed è restata off-limits agli enti locali e alle agenzie estere fino al 1998.

Le minacce più gravi per questo settore sono la mancanza di regole precise per caccia, pesca e registrazione e il rapido aumento di abitanti nella regione.

Le comunità locali riportano già che la cattura di pesci, tartarughe, grandi mammiferi e lucertole sta facendo rapidamente diminuire il numero di animali.

Future minacce possono arrivare dallo sviluppo infrastrutturale della regione. Allo studio vi è la realizzazione di 2 dighe non lontane dalla "sezione centrale", che rischiano di compromettere il delicato equilibrio degli ecosistemi della zona.

Il governo della Cambogia riconosce l'importanza di mantenere il Mekong fonte di risorse per la biodiversità, e di tenere conto di queste esigenze negli obiettivi di strategia nazionale e di sviluppo.

Il WWF Cambogia ha cercato di ottenere la gestione del "settore centrale", assicurando che la vita animale e vegetale siano integrate nella strategia di biodiversità e offrendo una protezione adeguata alla zona. Il WWF auspica che il "settore centrale" venga diviso in due zone, una di protezione e l'altra ad uso multiplo, di aiuto al sostentamento delle comunità locali.

Questo studio, effettuato a così poca distanza dalla scoperta di oltre mille nuove specie nel bacino del fiume Mekong, dal 1997 al 2007, ha dimostrato il valore di protezione della regione, ma è servito anche come importante contributo per la mappatura della diversità biologica della Cambogia.

 

All Content © 2007 Created by Bribri