Crea sito

banco fotografico banner Vietnam

Banco Fotografico & Asiaspirit.it

  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Siamo figli delle stelle: nelle comete i "grani" della vita

 

 Siamo figli delle stelle, più precisamente delle comete.

A dimostrarlo una serie di articoli (tre dei quali a firma italiana) pubblicati sulla rivista Science da esperti internazionali che hanno scoperto nei grani di polvere della Cometa WILD-2 particolari molecole.

Molecole come le ammine e lunghe catene carboniose che sono l'ossatura di quelle organiche, come il DNA che contiene il codice della vita.

A catturare la polvere di stelle è stata la sonda della NASA Stardust il 2 gennaio 2004 dopo un viaggio di 4,6 miliardi di chilometri in 7 anni.

Si tratta di un centinaio di grani ognuno del diametro inferiore al millimetro ma del valore inestimabile.

I grani sono stati strappati alla coda della cometa WILD-2 con una speciale racchetta di aerogel (sostanza porosa) e sono gli unici campioni provenienti dal sistema solare portati sulla terra dopo le rocce lunari, trasportate nel 1972 dall'Apollo 17.

"Quello che abbiamo scoperto è una conferma della teoria secondo la quale molecole portate da comete siano alla base dell'origine della vita sulla Terra" .

Così parla Alessandra Rotundi,dell'Università Parthenope di Napoli.

La teoria nata nei primi del novecento ed avvalorata da missioni come la Giotto (nel 1986 la sonda Europea avvicinò la cometa Halley).

"Questa volta abbiamo toccato con mano che nella polvere spaziale ci sono molecole organiche" .

Ad avvalorare l'ipotesi che ormai sembra certezza anche i tempi rapidi in cui è comparsa la vita.

Spiegano gli scienziati che in poche decine di milioni di anni la situazione sulla terra è cambiata radicalmente e che questi tempi si possono spiegare solo con l'ipotesi che a portare gli ingredienti fondamentali alla vita siano state le comete.

Una missione che raggiunga un asteroide e lo scavi per portare a terra dei campioni: è questo il prossimo obiettivo della squadra di ricerca che ha scoperto le molecole organiche nei grani di polvere della cometa WILD-2.

Un'idea che gli scienziati intendono presentare all'Agenzia spaziale Europea nel 2007.

 

All Content © 2007 Created by Bribri