Crea sito
 

Indonesia ora prega per le sue foreste !?

 

Per anni l'Indonesia ha fatto soldi con il taglio delle proprie foreste.

Ora vuole guadagnare miliardi con ciò che ha distrutto!

foreste Indonesia

Greenpeace: azione contro deforestazione foreste Indonesia

 

L'enorme arcipelago indonesiano con circa il 10% delle foreste pluviali tropicali del mondo, appunta le sue speranze sul prossimo incontro delle nazioni unite circa i cambiamenti climatici in programma il prossimo mese a Bali.

Il governo sostiene un regime che punta a rendere ammissibili le riduzioni al disboscamento dalle foreste  per il commercio di carbone.

Gli esperti stimano che il paese potrebbe guadagnare più di 13 miliardi di euro preservando le sue foreste se il piano di commercio del carbone otterrà il sostegno del vertice di Bali.

Circa 150 paesi si incontreranno sull'isola per cercare un degno compromesso al protocollo di Kyoto, il patto globale volto a combattere il riscaldamento globale.

Le foreste dell'Indonesia sono un enorme serbatoio di carbone ma gli ambientalisti sottolineano che il massiccio abbattimento di alberi e la loro combustione per alimentare  l'industria dell'estrazione di olio di palma e del legname hanno reso il paese il terzo emissario mondiale di gas serra.

Le foreste dell'Indonesia, tesoro di specie vegetali ed animali minacciate compreso l'orango, emettono emissioni di biossido di carbonio pari a 2,5 miliardi di tonnellate ogni anno (fonte Banca Mondiale).

Si stima che la deforestazione contribuisca al 20% del totale delle emissioni di gas serra, più di tutte le emissioni dovute ad automobili, camion, treni ed aerei messi insieme.

Gruppi ambientalisti dicono che la protezione delle foreste tropicali è il più diretto e veloce modo per attenuare alcuni degli effetti del cambiamento climatico.

Il commercio dell'olio di palma da parte di alcuni dei colossi mondiali del cibo sta facendo detonare una situazione già esplosiva in Indonesia.

Greenpeace in un recente rapporto titolava come l'industria dell'olio di palma sta cuocendo il mondo, con la sua cucina climatica.

L'Indonesia è uno dei pochi paesi al mondo ad avere fasce di foreste pluviali tropicali praticamente intatte. Anche se ha perso circa il 70% del suo patrimonio boschivo ha ancora circa 91 milioni di ettari di vegetazione, con una miriade di piante esotiche ed animali ancora in parte da scoprire.

Il maggior numero si trova nel Borneo, la terza isola più grande del mondo, condivisa da Indonesia, Malaysia e Brunei, patria di circa 2000 specie di alberi, 350 di uccelli e 210 di mammiferi.

Molti animali come l'elefante pigmeo, l'orango, il leopardo oscurato, l'orso del sole ed il gibbone del Borneo sono ad oggi minacciate di estinzione.

Charles Darwin descrisse il Borneo come : "una grande grossolana lussureggiante serra fatta dalla natura per se stessa" .

Le stime condotte da Greenpeace dicono che l'Indonesia ha avuto tra il 2000-2005 il più veloce tasso di deforestazione mondiale, equivalente alla perdita di 300 campi di calcio ogni ora !!. Le stime odierne parlano di 2,5/3,5 milioni di ettari disboscati ogni anno.

"I tassi di deforestazione correnti, che sia qui in Indonesia o in una qualsiasi altra parte del mondo, non sono più sostenibili e necessitano un rallentamento.".

Di nuovo .. durante la conferenza di Bali i partecipanti sentiranno una relazione sulla riduzione delle emissioni dal disboscamento (RED), di un nuovo regime che mira a rendere le riduzioni delle emissioni da aree forestali ammissibili per il commercio globale di carbonio.

 www.tvnz.co.nz

 

HomeNotizie MondoNotizie ItaliaNotizie CinaCina mapCina meteoCina fotoAsia fotoDice il saggio