Crea sito
 

 

Pechino minaccia di punire coloro che diffondono rumori inviando SMS

 

Beijing - Nella città di Pechino giro di vite su coloro i quali inviano messaggi di testo (SMS), colpevoli secondo legge di  diffondere rumori o mettere in pericolo la sicurezza pubblica. Un gruppo di sorveglianza per i diritti umani ritiene sia una minaccia alla libertà di espressione.

Difensori di diritti umani in Cina appartenenti ad una rete internazionale di attivisti e gruppi di monitoraggio, fa sapere che il recente regolamento sui messaggi di testo solleva grandi preoccupazioni per quanto concerne la restrizione della libertà di espressione nel paese.

Una media di 180 milioni di SMS vengono inviati ogni giorno nel paese, diventato uno dei principali mezzi di ricezione delle informazioni disponibili dalla massa.

Le Olimpiadi del 2008 offrono grandi possibilità agli oppositori di manifestare le loro dimostranze contro la Cina, per questioni come la libertà religiosa, i diritti umani e l'indipendenza tibetana.

La polizia di Pechino lavorerà in collaborazione con le autorità governative e le società di telecomunicazione per indagare e punire coloro che usano i messaggi di testo per diffondere rumori o mettere in pericolo la sicurezza pubblica .

Le autorità cinesi utilizzano solitamente accuse vaghe per detenere oppositori o dissidenti come minaccia per la sicurezza del partito comunista.

Sebbene il nuovo regolamento non specifichi determinate punizioni, il Beijing Daily, giornale cittadino, ha detto che dall'anno nuovo le persone che 'diffondano rumori' saranno soggette a detenzione per un massimo di 10 giorni ed una multa fino a $ 70.

La Cina ha più di 500 milioni di utenti di telefonia mobile.

Questa estate i piani per la costruzione di un impianto chimico nella città meridionale di Xiamen sono stati interrotti dopo che i residenti hanno inviato più di 1 milione di messaggi  di testo ad amici e parenti, chiedendo al governo di abbandonare il progetto di costruzione a causa dell'elevato rischio sanitario e ambientale.

Nel frattempo un forum online in lingua tibetana è stato chiuso questo mese, perche 'contro la legge cinese' , secondo la nota apparsa sul sito web, oscurato!. Il forum ospitato sul sito www.Tibet123.com è stato così chiuso per 'contenuti illegali'.

Di Anita Chang - fonte: Associated Press

 

 

 

HomeNotizie MondoNotizie ItaliaNotizie CinaCina mapCina meteoCina fotoAsia fotoDice il saggio