Crea sito
 
Home
Notizie Mondo
Notizie Italia
Notizie Cina
Cina map
Cina meteo
Cina foto
Asia foto
Dice il saggio
 

Il pioniere del surf Kim 'Fly' Bradley morto a Bali

Isola indonesiana surfata sempre da solo nei primi anni '70

 

 

Il pioniere del surf, l'australiano Kim 'Fly' Bradley è morto nella sua casa sull'isola di Bali il 26 marzo. Aveva 54 anni.

La figlia fa sapere che questo giorno sia ritenuto una vacanza spirituale per gli indù balinesi conosciuta come la "giornata del silenzio".

I famigliari lo hanno trovato morto due giorni dopo il decesso avvenuto in casa, nella sua stanza preferita, quella che affaccia su Kuta beach .

La leggenda del surf e padre di due figli, originario di Sydney da anni combatteva contro un cancro della pelle, ma la causa ufficiale del decesso non è stata resa nota.

Convertitosi all'Induismo, come sua volontà sarà cremato, alla fine del mese di aprile.

Di pelle chiara e capelli biondi Fly è cresciuto surfando le spiagge a nord di Sydney nel 1960 prima di conoscere ed utilizzare creme di protezione solare.

Negli ultimi anni le sue condizioni di salute erano pessime, non era in grado di stare al sole e tanto meno sulle onde. La sua occupazione era così diventata il Surf Design, il design delle tavole da surf .

Conosciuto come 'Fly' per la bassa statura, affermò di aver costruito la prima tavola da surf in Indonesia e in seguito avviò un business di successo vendendo abbigliamento da surf insieme alla moglie balinese, Made.

L'amico Dan Hadiani ricorda che amava spesso parlare dei suoi primi giorni a Bali, quando surfò le famose onde di Dreamland, Nusa Dua e Balangan da solo, dopo essere arrivato sull'isola indonesiana per un capriccio d'età nel 1974 a soli 19 anni.
Nel 2007 in una intervista per la rivista di surf  'Surfer's Path'  Bradley ricorda l'emozione e l'eccitazione nell'esplorare l'enorme muro di onde di Bali che si rompono con un piccolo gruppo di altri surfisti.

Celebri restano le sue parole pronunciate :

"If I die standing up in a 12-foot barrel, if the master says it's my time to go... then what a way to go."

5 aprile 2009