Crea sito

banco fotografico banner Vietnam

Banco Fotografico & Asiaspirit.it

  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Puma: in Cambogia svenimento di massa operai fabbrica fornitrice di calzature

Sarebbero le troppe ore lavorative ed il mancato rispetto delle norme di sicurezza e salute le cause dello svenimento collettivo di operai di una fabbrica cambogiana fornitrice del colosso sportivo tedesco Puma.

Un'indagine indipendente ha scoperto che la mancata osservanza delle norme e condizioni di lavoro dell'azienda ha causato lo svenimento di 101 dipendenti della fabbrica Huey Chuen di Phnom Penh, una delle numerose fornitrici della multinazionale. Lo riferisce Puma in una nota del 16 giugno.

Le violazioni delle norme sono orari di lavoro troppo lunghi e molteplici violazioni delle norme di sicurezza e salute sul lavoro all'interno della fabbrica. Non viene indicato però in dettaglio il tipo di violazioni riscontrate.

Nella nota l'azienda tedesca fa sapere di avere preso la questione molto seriamente e promette di educare i lavoratori e le autorità di vigilanza per migliorare le condizioni di lavoro all'interno dello stabilimento, che produce calzature con il suo marchio.

Pare che svenimenti di massa non siano rari nelle fabbriche di abbigliamento in Cambogia, spesso attribuibili a cattiva ventilazione nei luoghi di lavoro.

Dall'inizio della settimana, più di 200 lavoratori  di una fabbrica tessile di Phnom Penh hanno dovuto ricorrere a trattamenti medici.

L'industria dell'abbigliamento è un fondamentale apporto di reddito estero per il paese e impiega più di 300.000 lavoratori, sopratutto donne.

Giugno 2011

 

 

All Content © 2007 Created by Bribri