Crea sito
 

 

Rari Coccodrilli delle Filippine reintrodotti in natura da ambientalisti

 

7 agosto 2009. La settimana scorsa circa 50 esemplari di coccodrilli filippini sono stati rilasciati in natura da impianti privati di riproduzione nella speranza di rivitalizzare queste rare specie di rettili. Questa l'opera di gruppi ambientalisti conservazionisti.

La diminuzione del numero di coccodrilli delle Filippine è principalmente a causa della caccia, della perdita di habitat naturale e per la eccessiva pesca, secondo BBC Heart News.

Esperti stimano che meno di 100 esemplari maturi di coccodrilli siano presenti allo stato selvatico. Essi sperano che la nuova classe di 50 coccodrilli cominci a riprodursi nel giro di alcuni anni.

Dopo la Seconda Guerra Mondiale molti coccodrilli sono stati cacciati e uccisi per la loro pelle, inoltre il coccodrillo ha perso gran parte del suo habitat, come le molti paludi della regione che sono state convertite in campi di riso.

La pesca con l'uso di dinamite e elettricità hanno anch'esso sterminato la gran parte dei coccodrilli filippini, denunciano gli ambientalisti.

Sforzi di conservazione vengono avviati nel 1987 presso il Palawan Wildlife Rescue and Rehabilitation Centre del Dipartimento Ambiente e Risorse Naturali presso Palawan.

Il centro ora ospita circa 800 coccodrilli in cattività.

I ricercatori hanno dotato 10 rettili di dispositivi radio al fine di monitorare i loro movimenti.

Nel giro di pochi anni questi coccodrilli allevati in cattività saranno sessualmente maturi. A quel punto si saprà se la liberazione è stata un successo.

Il gruppo conservazionista è entusiasta: riferisce di aver lavorato più di otto anni in Sierra Madre, questa è una tappa importante.

Fonte: Bignewsnetwork

 

 

 

HomeNotizie MondoNotizie ItaliaNotizie CinaCina mapCina meteoCina fotoAsia fotoDice il saggio