Crea sito
Home
Notizie Mondo
Notizie Italia
Notizie Cina
Mappe Cina
Meteo Cina
Cina foto
Asia foto
Dice il saggio
 

Rifiuti tossici nel Po: arrestate undici persone

 

Traffico di rifiuti altamente tossici ed inquinanti, furto di migliaia di tonnellate di sabbia e ghiaia dagli argini del fiume.

Giro di affari stimato in oltre 120 milioni di Euro.

Questa stata la scoperta dei carabinieri del NOE (nucleo operativo ambientale). Coinvolte undici persone tra cui imprenditori e funzionari pubblici arrestati.

Mediante riprese filmate con elicotteri stato rilevato che il materiale asportato durante il rifacimento delle strade del lodigiano invece di confluire in discarica per il trattamento veniva utilizzato per riempimenti edili e per consolidamento degli argini del Po causando l'avvelenamento delle acque.

Nove imprenditori operanti a Milano, Lodi, Como, Bergamo, Brescia, Piacenza e due funzionari pubblici sono rinchiusi in carcere mentre per altri due sono scattati gli arresti domiciliari.

REATI CONTESTATI

Associazione per delinquere finalizzata al traffico e gestione illecita di rifiuti, furto continuato di beni inalienabili dello Stato, disastro ambientale, danneggiamento di aree protette.

L'operazione ha richiesto 16 mesi di indagini, sequestrato 4 impianti per il trattamento dei rifiuti, 3 draghe fluviali e 15 autocarri.

L'operazione stata denominata GERIONE .

10 ottobre 2007