Crea sito

fotografico stile

Banco Fotografico & Asiaspirit.it



News

Templi di Thailandia offrono ritiro e illuminazione spirituale

Cresce il numero delle persone che cerca di mettere ordine al proprio disordinato stile di vita, che cercano di affrontare la situazione di collasso partendo dalla radice, esplorando un percorso semplice ed infinitamente più ricco: lo studio e la meditazione buddista, in alcuni casi addirittura riuscendo ad essere ordinati monaci o monache buddisti.

Mentre tutto questo può essere intrapreso in quasi tutte le grandi città europee ed americane, pochi sanno che il processo cresce ora anche in Asia, dove la religione è nata e rimane la filosofia morale dominante.

Uno dei luoghi più importanti dove intraprendere questo sentiero di rinascita è la Thailandia, dove molte persone si stanno iscrivendo al Buddismo Theravada, scuola che sostiene la discendenza diretta con il Buddha stesso. Questa sottolinea la saggia riflessione, la meditazione e la convinzione che una delle principali cause della sofferenza umana è il desiderio, o il desiderio di accumulo di ricchezza.

"Più lasci e ti arrendi, più libertà hai", dice Pandit Bhikkkhu, inglese ordinato monaco nel 1996 ed uno degli occidentali più visibili in ambienti buddhisti thailandesi.

I Monaci, pilastro morale della società thailandese, vivono vita modesta, con la giornata che inizia alle 5 del mattino, segue un modello di meditazione, di studio e di vari compiti presso il Tempio.

Essere ordinato monaco è processo lungo che richiede profondo impegno, ed il monaco inglese raccomanda di vivere un ritiro di meditazione prima di iniziarlo.

"I ritiri sono ben organizzati e programmati, quindi è un modo più accessibile per avere un'idea delle cose che il buddismo offre ai monastici".

Steve Weissman, ex allievo e ora docente al Wat Khowtam sull'isola di Koh Phangan dal 1988 dice: " la maggior parte dei nostri ospiti vuole conoscere meglio se stessa o è interessata agli insegnamenti del Buddha. Molte persone conoscono certi aspetti della propria vita che ritengono insoddisfacente e vorrebbero sapere come ridurre o risolvere questi problemi".

La vita durante un ritiro spirituale vede i partecipanti dormire in dormitori su stuoie di paglia, trascorrendo il proprio tempo in silenzio, meditando in gruppo e affinando le proprie competenze attraverso singole conversazioni con gli insegnanti.

Si registrano molti studenti provenienti da tutto il mondo, che tornano a continuare il loro sviluppo e trasmettere ciò che hanno imparato ai loro figli, parenti e amici.
La Thailandia ha molti ritiri pronti a soddisfare thailandesi e stranieri, dalle spiagge di sabbia del sud alla lussureggiante vegetazione del nord, di Chang Mai, e anche nel rumore della caotica Bangkok.
Uno di questi è Wat Prayong International Meditation Centre, 30 minuti fuori Bangkok, tra distese di alberi di banane e risaie verdi.
L'austriaca Mae Chee Brigitte è in questo Tempio da quando nel 1990 fu nominata monaca, dopo avere provato la meditazione per un capriccio e avere la sensazione di un profondo legame con la filosofia.
Cerca di insegnare ai propri studenti non solo la meditazione, ma di sviluppare la consapevolezza in tutte le loro attività in modo che essi possano applicare gli insegnamenti a casa nelle loro azioni quotidiane.
Essere in grado di maggiore consapevolezza della propria esistenza quotidiana, imparando così a lasciare andare i pensieri inutili e negativi, che controllano le nostre emozioni, consentendo un percorso più facile per la felicità.
La supervisione di Brigitte Mae Chee è gratuita per coloro che sono interessati, le donazioni sono sempre apprezzate.
Come al Wat Khowtam i futuri studenti devono inviare email piuttosto di presentarsi direttamente sul posto, e possono rimanere quanto vi desiderano finché continuano ad applicare la meditazione. Alcuni di loro hanno seguito il percorso dell'insegnante, rimanendo in Thailandia a studiare.
Tuttavia un tale cambiamento estremo nello stile di vita non è per tutti, quindi l'approccio più scientifico al buddismo rappresenta un'altra soluzione.
Tny MacGregor, 64 anni, è al secondo anno di un programma di master in studi buddisti a Bangkok, presso Mahachula University.
Le classi alla Mahachula U. sono tenute in inglese.

 

Numerosi i luoghi che offrono ritiri di meditazione e numerose comunità online dove si trovano consigli, storie e contatti.
Blog aggiornato di frequente Pandit Bhikkhu, con abbondanza di risorse. http://www.littlebang.wordpress.com
Wat Mahachula, la più antica scuola di Bangkok di studi buddisti. http://www.mcu.ac.th/En/in_mcu.php
Wat Prayong International Meditation Centre, dove Mae Chee Brigitte tiene i suoi insegnamenti. http://www.meditationthailand.com/
Wat Kowtahm, nella giungla della Thailandia, meglio conosciuta come 'tempio' l'isola di Ko Phang Ngan, offre corsi di meditazione di diversa lunghezza. http://www.watkowtahm.org/

 

2010

Fonte: The Toronto Star

Autore: Greg Jorgensen