Crea sito

banco fotografico banner Vietnam

Banco Fotografico & Asiaspirit.it

   

Semi d'uva per prevenire il morbo di Alzheimer

Utilizzando topi come modello, un team di ricercatori dell'universitą di Flinders diretto da Xin-Fu Zhou ha scoperto che l'aggiunta di estratto di semi d'uva nella dieta previene la formazione di depositi di proteine amiloidi nel cervello.

Sembra infatti che l'eccesso di produzione di proteina beta-amiloide o il mancato smaltimento di essa da parte del corpo porti alla formazione di "ciuffi" nel cervello, una delle principali cause del morbo di Alzheimer.

Questa aggregazione amiloide provoca la perdita di connessioni nervose, cellule morte ed infiammazione del cervello, determinando il declino cognitivo .

Frutta e verdura contengono polifenoli, molecole complesse ricche di proprietą antiossidanti ed alcune di esse sono state individuate dagli scienziati come possibile metodo per ridurre il deposito di amiloide.

Zhou insieme alla propria equipe, in collaborazione con la Commonwealth Scientific and Industrial Research Organisation ( CSIRO ) ha scelto di sperimentare usando polifenolo estratto da semi d' uva.

Topi transgenici affetti da morbo di Alzheimer sono stati alimentati con estratto di semi d'uva per sei mesi. Viene riscontrato che l'estratto di semi d'uva č stato un potente agente nella riduzione di depositi di beta-amiloide nel cervello. l'estratto di semi d'uva ha inoltre prodotto marginali miglioramenti nella funzione cognitiva ma sopratutto ha ridotto l'infiammazione celebrale, ha detto Zhou.

10 novembre 2008

 

All Content © 2007 Created by Bribri