Crea sito
Home Notizie Mondo Notizie Italia Notizie Cina Cina map Cina meteo Cina foto Asia foto Dice il saggio  

Avvertimento turisti in Thailandia: stare in guardia truffe aeroporto Bangkok

 

Aeroporto di Bangkok.

Zona duty-free del nuovo aeroporto internazionale Suvarnabhumi Airport.

Il nuovo aeroporto internazionale di Bangkok non è nuovo a controversie. Costruito tra il 2002 e il 2006 sotto i governi dell'allora primo ministro Thaksin Shinawatra, la data di apertura fu più volte ritardata.

La gestione dell'aeroporto è stata accusata di corruzione, così come le numerose critiche per la cattiva qualità della progettazione e costruzione dell'aeroporto.

Ora nuove accuse giungono dai molti passeggeri detenuti ogni mese nella zona duty-free perché sospettati di taccheggio e quindi trattenuti dalla polizia thailandese fino al pagamento di ingenti somme di denaro, per poter riacquistare la propria libertà.

Questo è ciò che è accaduto a due esperti IT di Cambridge che stavano per salire a bordo del volo per Londra il 25 aprile di quest'anno.

Stephen Ingram e Xi Lin, mentre curiosano nel duty-free in aeroporto, sono fermate dalle guardie di sicurezza, che per 2 volte chiedono di poter perquisire le loro borse. Ai signori Ingram e Lin viene successivamente detto di dover pagare £ 8.000, un portafoglio è stato rubato e la sig.ra Lin è stata ripresa da una telecamera di sicurezza fuori dal negozio.

La società proprietaria del negozio duty-free, la King Power, mette il video sul proprio sito web, che sembra mostrare Lin mettere qualcosa nella borsa. Tuttavia la guardia della sicurezza non ha trovato il portafoglio rubato a nessuna delle due donne.

Nonostante questo le due donne, attraverso l'immigrazione, vengono portate alla polizia aeroportuale. Da qui inizia la paura.

"Siamo state interrogate in stanze separate, ci siamo sentite molto intimidite. Hanno perquisito i nostri zaini e ripetuto di dire dove fosse il portafogli"

Le due raccontano di essere state messe in una cella "calda, umida, puzzolente con sangue e graffiti sulle pareti".

Successivamente le due donne raccontano che la polizia le chiese £ 8000 (13000 $) per farle tornare presto nel Regno Unito. Dopo 5 giorni il denaro fu trasferito, ed esse autorizzate a partire.

La coppia dice di voler intraprendere azioni legali per recuperare il proprio denaro.

L'ambasciata di Danimarca dice che uno dei suoi cittadini è stato sottoposto recentemente ad una truffa molto simile, mentre all'inizio di luglio uno scienziato irlandese in viaggio con moglie e figlio di un anno sono riusciti a fuggire dopo essere stati arrestati all'aeroporto e accusati di aver rubato una matita per occhi, eye-liner, del valore di circa £ 17.

L'ambasciata britannica ha anche avvertito i passeggeri all'aeroporto di Bangkok di fare attenzione a non spostare oggetti in giro per il duty-free shopping prima di averli pagati, in quanto ciò potrebbe provocare l'arresto e il carcere.

 

27 luglio 2009

Articolo di Jonathan Head - BBC News